Notizie sugli edifici di interesse storico presenti a Barcon

Barchessa di Villa Pola

L’imponente Barchessa di Villa Pola testimonia come questa villa-tempio, costruita dal Massari nel 1718 e già compiuta nel tempo di due soli anni, costituisce il momento iniziale dell’attività dell’architetto, a tre anni di distanza dalla villa Tamagnino-Lattes di Istrana che è la sua prima opera.

La Chiesa Parrocchiale

Il 25 giugno 1904, il priorato venne trasformato in curazia, il cui titolare avrebbe avuto l’incarico di adempiere a tutte le funzioni ed i compiti propri di un parroco. Il primo curato di Barcon fu don Angelo Toffoli, che provvide al restauro della piccola chiesa con la sostituzione del pavimento e l’aggiunta di due cappelle all’interno.

Visione esterna del Santuario della Madonna del Caravaggio

Santuario della Madonna Del Caravaggio

Il santuario si trova parte nel territorio di Barcon e parte nel vicino territorio di Fanzolo. A seguito di un periodo di avversità climatiche particolarmente intense che colpirono duramente le colture tra il 1820 e il 1829, su iniziativa di Angelo Tonellato e dell’allora parroco di Fanzolo don Valentino Gallina fu reperito il terreno dove far sorgere un tempietto per invocare l’aiuto della Beata Vergine del Caravaggio.

Antica mappa di Villa Pola

Villa Pola

I Pola, che “fin dalla metà del XVII secolo avevano possessi e villa propria in Barcon”, s’erano qui trasferiti da Treviso, allo scopo di controllare meglio la coltivazione della loro grande proprietà. Nel 1718...

Piazza Cavour

Villa Pola Cappelletto Quaggiotto

Prima della costruzione della grandiosa residenza progettata dal Massari, la famiglia Pola risiede, nei suoi brevi soggiorni a Barcon, nell’antico corpo padronale che tutt’ora si conserva a nord del possente muro di cinta settecentesco.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.