Barchessa di Villa Pola

L’imponente Barchessa di Villa Pola testimonia come questa villa-tempio, costruita dal Massari nel 1718 e già compiuta nel tempo di due soli anni, costituisce il momento iniziale dell’attività dell’architetto, a tre anni di distanza dalla villa Tamagnino-Lattes di Istrana che è la sua prima opera.

Il vecchio mercato

Questo piccolo villaggio, scelto dai conti Pola come luogo di residenza e come centro coordinatore del loro latifondo, conobbe, tra il 1788 e i primi anni dell’Ottocento, l’animazione particolare ed intensa nonché i vantaggi economici d’un mercato che durò comunque solo per un ventennio.

Antica mappa di Villa Pola

Villa Pola

I Pola, che “fin dalla metà del XVII secolo avevano possessi e villa propria in Barcon”, s’erano qui trasferiti da Treviso, allo scopo di controllare meglio la coltivazione della loro grande proprietà. Nel 1718...

Piazza Cavour

Villa Pola Cappelletto Quaggiotto

Prima della costruzione della grandiosa residenza progettata dal Massari, la famiglia Pola risiede, nei suoi brevi soggiorni a Barcon, nell’antico corpo padronale che tutt’ora si conserva a nord del possente muro di cinta settecentesco.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.