Giambattista Canal

Giambattista Canal (Venezia, 10 settembre 1745 – Venezia, 5 dicembre 1825), figlio del pittore Fabio Canal, era noto in tutto il Veneto come abilissimo “frescante“, detto anche l’ultimo dei fa presto per l’incredibile velocità di esecuzione nell’affrescare superfici molto estese.

Dopo i primi rudimenti ricevuti dal padre, Canal studiò presso l’Accademia di Venezia, dove insegnò dal 1783 al 1807.

Diventato quasi cieco nell’ultimo scorcio della sua vita, fu costretto dalle difficoltà economiche a continuare a dipingere.

Numerosissime sono le sue opere, soprattutto ad affresco, in tutto il territorio veneto, conservate in chiese e palazzi. Dipinse oltre settanta soffitti di chiese, tra i quali i più significativi sono quelli di Serravalle, di san Leonardo a Venezia, di Martellago, e di altre località nel Polesine, a Trieste, a Treviso e a Ferrara.

Il suo stile, negli ultimi anni di attività, evolve verso il neoclassicismo.

Fonte: Wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.